La Fondazione Culturale Responsabilità Etica ha aderito alla mobilitazione per il disarmo nucleare: in occasione della Giornata Internazionale del 26 settembre la Rete Italiana per il Disarmo ha deciso di rilanciare fino alla Settimana Internazionale per il Disarmo promossa dall’ONU (24-31 Ottobre) la raccolta di firme che i “Beati i costruttori di pace” avevano promosso in occasione di “Pace in Bici” nel 70° anniversario dei bombardamenti su Hiroshima e Nagasaki

Sono tre i quesiti rivolti al Governo: 

Leggi tutto...

 

Il cibo è un diritto sul quale non è possibile speculare.
Parte da questo presupposto la campagna Sulla fame non si specula, un’iniziativa nata nell’Aprile del 2011 a Milano da un gruppo di giornalisti, economisti e rappresentanti della società civile che ha via via aggregato importanti sigle del non profit, enti locali e singoli cittadini. Tra i primi promotori: ACLI, Link 2007, Fondazione Culturale Responsabilità Etica, INTERVITA, Ipsia Trento, Unimondo.
Nel mondo della finanza il volume di scambi di titoli derivati legati ai beni alimentari è moltiplicato per nove dal 2002 ad oggi. Nel 2008 le speculazioni finanziarie sul grano, sul mais e sul riso hanno provocato improvvise impennate dei prezzi di questi beni, con gravi conseguenze nei Paesi più poveri, dove la sicurezza alimentare e la dieta di base sono legate a questi prodotti. Nell’ultima metà del 2010 i prezzi dei beni alimentari hanno ricominciato a crescere e a essere soggetti a una volatilità estrema, e ciclicamente questo fenomeno si ripropone.
Nel 2011 la campagna è partita rivolgendosi in particolare agli enti locali, chiedendo a comuni, provincie e regioni di sottoscrivere un codice di condotta che impegna le amministrazioni  a non investire in titoli legati a beni alimentari. 

Leggi tutto...

La Fondazione Culturale Responsabilità Etica ha aderito a "Una sola famiglia umana: cibo per tutti è compito nostro", la campagna italiana che risponde alla mobilitazione mondiale lanciata da Papa Francesco e dalla Caritas Internazionale lo scorso 10 dicembre 2013 dal titolo “One Human Family. Food for All”.

Leggi tutto...

La Fondazione ha aderito alla campagna “un futuro senza atomiche”, centrata su una proposta di legge di iniziativa popolare per dichiarare l'Italia un Paese libero da armamenti nucleari, che ha portato, il 27 marzo 2008, a depositare presso la Camera dei Deputati, oltre 67.000 firme valide. A fine maggio, la proposta di legge è stata assegnata alla III Commissione Affari Esteri della Camera.

 

Leggi tutto...

La Fondazione promuove

La Fondazione partecipa a

Contatti

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fax +39 055 2691148

SEDE LEGALE

Padova
Via N. Sauro 15, 35139

SEDI OPERATIVE

Firenze (direzione, attività culturali)
Via dei Calzaiuoli 7, 50124
T. +39 055 2381064

Seguici su questi social media o con l'RSS

 

 
Sei qui: Reti e campagne Campagne